Il lavoro è una componente importante della nostra vita perché, oltre a darci la sussistenza economica, contribuisce a dare dignità e rispetto di noi stessi.
Essere parte di un’organizzazione che valorizzi le persone e il loro lavoro può rappresentare una fortuna a volte sottovalutata. Ecco cosa ne pensano a riguardo alcuni dei nostri Soci.

  • Sergio

    Sergio

    Ufficio marketing

    Consulente dal 2007, socio-collaboratore dal 2012.

    Penso che la mia fortuna sia stata di entrare a far parte della cooperativa quando è stato deciso che dovevamo diventare un’impresa nazionale perché, da quel momento, “comunicare Idealservice” ha iniziato a essere una cosa veramente importante.
    L’opportunità di poter proporre delle soluzioni comunicative in sintonia con il nuovo percorso di crescita dell’impresa è stata una sfida e, quando me ne è stata data la possibilità, è divenuta una responsabilità di cui mi sono fatto carico con piacere.
    Le strategie proposte a volte sono state accettate anche con qualche scetticismo ma sempre nel rispetto della mia professionalità, un aspetto che ho sempre apprezzato nei miei referenti.
    Lavorare in un’azienda che apprezza lo spirito d’iniziativa è una fortuna, lavorare fianco a fianco con tante persone che sono diventate nel tempo degli amici è un privilegio.
  • Andrea

    Andrea

    Stabilimento di Godega di Sant’Urbano.

    In Idealservice dal 2006.

    Ci sono due modi per diventare imprenditori: fare debiti o lavorare in Idealservice. Io ho scelto la seconda strada e mi sento davvero come se l’azienda fosse mia. Tutti noi soci abbiamo la percezione di essere proprietari dell’azienda e tale sensazione non deriva solo dalla struttura di cooperativa, ma anche dal fatto che ogni persona è libera di esprimere i propri pareri, di inoltrare le proprie proposte, di sviluppare le proprie idee.
  • Maurizio

    Maurizio

    Area logistica Friuli Venezia Giulia.

    In Idealservice dal 1997.

    Fin da bambino il mio sogno era quello di fare il camionista; era il mestiere di mio padre e avevo sempre guardato questi mezzi con grande ammirazione. Lo vedevo come un bellissimo lavoro perché dà la possibilità di vedere posti e persone diverse, perché richiede molta flessibilità e perché permette di mettersi costantemente alla prova. Così ho cominciato a lavorare in Idealservice. Da autista sono diventato responsabile di centro produttivo e ora posso dire non solo di aver realizzato il mio sogno ma di aver ottenuto molto di più: svolgo tutte le attività che mi piacevano con il vantaggio che la sera posso tornare a casa.
  • Tiziana

    Tiziana

    Ufficio Risorse Umane Divisione Energy e Facility Management

    In Idealservice dal 2004

    Dare agli altri è fondamentale perché consente di rafforzare i rapporti e quindi di lavorare meglio. E’ un mio valore ed è un valore che ritrovo anche in Idealservice perché questa cooperativa valorizza i soci, mette in luce le loro qualità e fa far loro ciò in cui riescono meglio. Così posso lavorare divertendomi e affrontare i cambiamenti con entusiasmo insieme ad altre persone che, come me, hanno lo stesso obiettivo e lo stesso spirito nel conseguirlo.
  • Enrico

    Enrico

    Impianto di Mirano.

    In Idealservice dal 2006.

    Mi piace sentir scorrere l’adrenalina nel corpo, per questo lavoro qui. Prima di entrare in Idealservice, non riuscivo a fermarmi per più di 3 anni nello stesso posto, perché dopo un po’ mi mancavano gli stimoli e mi annoiavo. Ora mi sento inserito in un contesto dinamico che mi fornisce la possibilità di affrontare sfide diverse ogni giorno e quindi di provare quella paura che aiuta a crescere e ad andare avanti. Quando riesco a raggiungere i risultati provo un senso di soddisfazione che mi dà una carica incredibile, paragonabile a quello di una corsa in moto senza però dover rischiare la vita.
  • Edmond

    Edmond

    Magazzino dell’impianto di San Giorgio di Nogaro.

    In Idealservice dal 2007.

    Negli altri lavori che ho fatto mi sembrava di avere sempre poco tempo; lavoravo lo stesso numero di ore ma erano organizzate diversamente e chi ne pagava era la mia famiglia. Ora invece faccio una settimana al mattino e una alla sera e questo mi permette di fare tante cose che per un lungo periodo avevo messo da parte. Grazie ai turni di lavoro posso andare a pescare con i miei figli e fare la spesa con mia moglie. Sono piccole cose, ma sono proprio quelle che danno sapore alla vita.
  • Ornella

    Ornella

    Responsabile gruppo di lavoro

    In Idealservice dal 2000.

    Ho iniziato a lavorare nella cooperativa Idealservice come addetta alle pulizie civili e oggi sono una capoarea del settore pulizie civili e sanitarie dell’area Udine. Non avrei mai pensato di raggiungere un tale risultato. Amo lavorare nella nostra cooperativa in quanto si lavora sempre con professionalità, serietà, qualità e in sicurezza. Proprio per questi valori sono fiera di far parte del nostro gruppo che ci contraddistingue dovunque. Lavorare in Cooperativa permette a tutti di dimostrare le proprie capacità professionali e attitudinali, raggiungendo così obbiettivi mai sperati. Mi sento di far parte del nostro progetto collettivo e proprio per questo lavoro ogni giorno con soddisfazione e passionalità.
  • Nadia

    Nadia

    Ufficio Gare

    In Idealservice dal 2007

    Cosa vuol dire per me lavorare in Idealservice? E’ un’occasione per mettersi in discussione, per confrontarsi con i colleghi, per crescere professionalmente e migliorare ogni giorno. Sono poche le aziende al giorno d’oggi che, come Ideal, ti danno la possibilità di farlo. Questa opportunità è frutto di un’insieme di cose: la grande flessibilità mentale che consente una continua rinnovazione sia dell’organizzazione interna, che reinventa e riscrive uffici, ruoli e mansioni e ti dà la possibilità di cambiare, sia rivolta verso l’esterno attraverso nuove idee e sfide; la grande autonomia che viene non solo concessa ai lavoratori ma incoraggiata e che ti permette veramente di metterti in discussione ogni giorno e di acquistare fiducia in te stesso; e soprattutto una solida rete di relazioni tra colleghi che attraverso il confronto, e - perché no? - anche lo scontro a volte, consente a tutti di imparare dagli altri, di maturare professionalmente, di fare squadra per lavorare con l’obiettivo di migliorare sempre, e di venire al lavoro con il sorriso.
  • Eros

    Eros

    Servizi straordinari Facility Management.

    In Idealservice dal 1996.

    Nonostante le crisi economiche che ci sono state, Idealservice se l’è sempre cavata e mi ha sempre fatto lavorare con gli strumenti giusti, sia per quanto riguarda i prodotti che i mezzi. In questo modo abbiamo potuto mantenere un servizio d’eccellenza, i clienti l’hanno percepito e la mia soddisfazione non è mai scesa. Lavorare così, permette davvero di cogliere il valore del proprio operato. Qui non esistono numeri ma persone che vengono valorizzate grazie allo spirito della cooperativa.
  • Nelli

    Nelli

    Ufficio amministrazione, finanza e controllo.

    In Idealservice dal 1998.

    Idealservice è come un albero ben ancorato pronto ad affrontare tutte le intemperie: si flette all’arrivo dei cambiamenti, ma resta lì e continua a darci dei punti di riferimento per il futuro. Tutto quello che facciamo porta ad una solidità grazie alle persone che compongono questa cooperativa perché sappiamo che ci possiamo fidare l’uno dell’altro e questa solidità è indispensabile per affrontare la vita e lavorare in un ambiente ottimale. Così ci sarà un domani anche per i futuri soci che potranno trovare un’attività già spianata.
  • Federica

    Federica

    Ufficio commerciale divisione Facility Management.

    In Idealservice dal 1995.

    Quando ho iniziato a lavorare con Idealservice non mi sarei mai aspettata un percorso del genere: sono entrata come addetta alla raccolta dei rifiuti, ora gestisco i rapporti con i clienti per la divisione del Facility Management. Nel momento in cui mi han proposto di fare il commerciale mi sono stupita, però mi è piaciuto molto avere questa opportunità: ho percepito un senso di gratificazione e mi sono sentita orgogliosa di me stessa. Avevo anche paura, allora mi sono rimboccata le maniche e così ce l’ho fatta. Ormai la cooperativa è diventata la mia casa.
  • Andrea

    Andrea

    Ufficio Patrimonio e Global Service.

    In Idealservice dal 2006.

    Lavorare in Idealservice permette di occuparsi concretamente di quelle che oggi è considerato importante, ovvero l’ambiente. Questa cooperativa, infatti, sperimenta sempre nuove tecnologie per realizzare progetti che sostengono l’ambiente. E non si tratta di studi teorici ma di realizzazione delle idee che abbiamo in testa. Qui non si legge il giornale e si dice “che bello!” stando a guardare le innovazioni tecnologiche, ma si agisce e le si concretizza.
  • Antonietta

    Antonietta

    Presidente Onorario.

    In Idealservice dal 1972.

    Di questa cooperativa sono stata Presidente per oltre un decennio. Ora mi hanno voluto come Presidente Onorario e ne sono fiera. Ho lavorato molto e sempre a fianco dei giovani, alcuni dei quali lo erano, altri lo sono ancora, segno che i ricambi generazionali sono la vera forza di questa cooperativa.
    La sua continuità aziendale è sempre stata garantita dalla intergenerazionalità del “Patrimonio Netto”, costituito da riserve indivisibili e costruito, con molti sacrifici, dai soci passati in funzione dei soci futuri.
    Io mi auguro con tutto il cuore che questo principio venga salvaguardato anche in futuro contribuendo così a costruire una Cooperativa sempre più grande e di conseguenza un grande Movimento Cooperativo.
    Ormai ho una certa età e ho avuto la fortuna di conoscere tanti giovani e ho capito che hanno una marcia in più; bisogna lasciarli anche sbagliare se dovesse capitare, perché s’impara molto dai propri errori, ma bisogna - con fermezza - guidarli verso il rispetto di quei valori cooperativi che sono alla base e il collante di tutto il nostro Movimento.
logo malu web